“Avamposto” è uno spazio di ricerca – articolato in rubriche di approfondimento – che si propone di realizzare un dialogo vivo rivolto allo studio della poesia attraverso un approccio multidisciplinare, nella consapevolezza che una pluralità di prospettive sia maggiormente capace di restituirne la valenza, senza mai sfociare in atteggiamenti statici e gerarchizzanti. Ma “Avamposto” è anche un luogo di riflessione sulla crisi del linguaggio. L’obiettivo è interrogarne le ragioni, opponendo alla tirannia dell’immediatezza – e alla sciatteria con la quale viene spesso liquidata l’esperienza del verso – un’etica dello scavo e dello sforzo (nella parola, per la parola). Tramite l’esaltazione della lentezza e del diritto alla diversità, la rivista intende suggerire un’alternativa al ritmo fagocitante e all’omologazione culturale (e linguistica) del presente, promuovendo la scoperta di autori dimenticati o ritenuti, forse a torto, marginali, provando a rileggere poeti noti (talvolta prigionieri di luoghi comuni) e a vedere cosa si muove al di là della frontiera del già detto, per accogliere voci nuove con la curiosità e l’amore che questo tempo non riesce più a esprimere. 

DIREZIONE

91964577_10219478634548465_8270714729727

Giuseppe Todisco

REDAZIONE

30788_1348105500253_5492787_n_edited_edi

Andrea Annessi Mecci

66600275_1119919101536091_31183541461980

Antonio Bux

Simone%2520De%2520Maio_edited_edited.png

Simone De Maio

57092798_10216264720483067_7825706051428

Antonio Fiori

18767480_893032544178067_661641883490291

Alfonso Guida

67349072_2695027137191744_21093008948173

Giovanni Laera

Giacomo Leronni.png

Giacomo Leronni

Giovanna Menegus.png

Giovanna Menegùs

Federico%20Migliorati_edited.jpg

Federico Migliorati

Mary Todisco.png

Mary Todisco

23509419_10213834785645017_8396835827111

Davide Toffoli

primop4_edited.jpg

William Vastarella

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità. Non si propone di avere ricavi economici né punta a ottenere dallo Stato «benefici, agevolazioni e provvidenze». Non va pertanto considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

Alcune delle immagini pubblicate sono state reperite su Internet e giudicate di pubblico dominio. Chiunque, potendo vantare diritti su di esse, volesse chiederne la rimozione, è pregato di contattarci all’indirizzo di posta elettronica avampostopoesia@gmail.com.