Inediti

CAROLA ALLEMANDI

***


Qualcosa è successo: come quel giorno

di Sicilia i capelli intrappolati

tra le ciglia suggerivano forse

il sentimento: più di ciò che siamo,

di accorgersi della solitudine

nell’essere impotenti a se stessi

tra i rumori sordi delle palpebre.



***


Sperando in una luce da ponente

il tuo viso era presenza libera

di là dall’erba e apparente: a lui solo

s’alzavano insieme le foglie se aria

le coglieva; era la storia del vento,

esserci era vederla da lontano.



***


Non sempre i nostri corpi hanno una notte

precedente. Chissà se alla tua casa

basterà mai il silenzio del mare

quando non l’accompagnerà più

il nostro nudo e continuo chiamarci.

Pulsa, bandiera al vento, la tua pelle.




Carola Allemandi (Torino, 1997) è fotografa e artista. Ha esposto in mostre personali e collettive presso gallerie e musei italiani. Nel 2020 ha pubblicato il catalogo del lavoro Notturni (Teca Edizioni) con testi di Domenico Maria Papa e Ugo Castagnotto.



*

Immagine di copertina: William-Adolphe Bouguereau, Il ninfeo, 1878


02/07/2021