bzyhero-9WL_HRfwV84-unsplash_edited.jpg

Inediti

GIORGIA MERIGGI

***

 

Decidi cosa è vero

e cosa no

levi o metti una parola

dove

ti fa male.

 

La verità

è che vi ho amati tutti

per contraffazione.

 

Come di notte

il traffico stradale

è

il rumore del mare

in viale Sarca.

 

 

***

 

Ricordati di santificare

i fraintedimenti

la grandine creduta

viva

perché cade e grida

il catrame

creduto mare 

per stregoneria del sole.

Se qualcosa nel baratro

emana bagliore

ti guarda

con i tuoi occhi.

 

Talvolta è il regno

dei cieli: un vetro,

tu la rondine.

Giorgia Meriggi è nata nel 1966 a Milano, dove si è laureata in filosofia con una tesi dal titolo Corpo, ragione, passioni nei romanzi libertini di D.A.F. de Sade. Con Stampa Alternativa ha pubblicato nel 2012 Comizi d’amore. Manuale di diseducazione sessuale, insieme a Paolo Pedote. Nel 2017 ha pubblicato per Marco Saya editore, nella collana Sottotraccia, il suo primo libro di versi, Riparare il viola. Una traduzione di alcune sue poesie in spagnolo è apparsa nel volume Di poesia e di psicoanalisi. L’indicibile sottratto al nulla, a cura di Eva Gerace, Città del Sole Edizioni, 2018.